Pagine

Sala conferenze - Hotel Ala d'Oro

Via Matteotti, 56 - 48022 Lugo di Romagna - (Ravenna) - Italia
Per Informazioni : 0545 22388 - claudio@aladoro.it
Iscriviti alla newsletter di Caffè Letterario sul sito http://www.aladoro.it/

martedì 16 ottobre 2018

Lunedì 22 ottobre - ANTONIO FORCELLINO racconta Leonardo da Vinci al Caffè Letterario di Lugo


Lunedì 22 ottobre, alle ore 21.00 nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro appuntamento con L’Arte e la Storia per il Caffè Letterario di Lugo con l’architetto, scrittore e restauratore Antonio Forcellino che presenterà il suo romanzo storico dedicato a Leonardo da Vinci “Il cavallo di bronzo. Il secolo dei giganti” edito da  HarperCollins Italia. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Marco Sangiorgi. Ingresso libero. Ricordiamo che è possibile cenare nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro dalle ore 19.30, e riservare il posto nella Sala Conferenze dove si terrà la presentazione.
15 aprile 1452. In un piccolo borgo fuori Firenze nasce il figlio illegittimo di Ser Piero da Vinci: Leonardo. Figlio dello stupro di una giovane contadina, non viene riconosciuto dal padre, ma cresce con i nonni e lo zio paterni. Leonardo è un bambino precoce, curioso e geniale. Appena adolescente diventa allievo di bottega di Andrea del Verrocchio, il più grande esperto di arte fusoria della splendente Repubblica fiorentina. Ed è qui che la sua vita e la sua arte si intrecciano e diventano parte della politica e delle lotte di potere tra Firenze e Roma, tra i Medici, i Della Rovere e i Borgia. E mentre nelle botteghe si creano i più grandi capolavori del Rinascimento e nel contempo si studiano armi innovative in grado di contrastare l’invasione turca, ai mecenati diventa sempre più chiaro il potere di propaganda nascosto nelle opere d’arte. Fra loro non ci sono solo uomini, ma anche donne straordinarie che, non più relegate nella spiritualità medievale, diventano protagoniste. Consapevoli del loro potere seduttivo, profondamente intelligenti e colte, Giulia Farnese, Isabella d’Este e Lucrezia Borgia travalicano i limiti del ruolo in cui erano state costrette per imporsi sulla scena politica e intellettuale del secolo. Fra delitti, ambizioni feroci, complotti efferati e passioni proibite, Il cavallo di bronzo, primo capitolo della trilogia Il secolo dei giganti, ci trasporta nelle botteghe degli artisti, nelle alcove dei potenti e svela i segreti delle più indimenticabili opere d’arte. Antonio Forcellino ci regala una grande saga sulla più stravolgente, appassionante, sublime epoca della Storia italiana: il Rinascimento.

Antonio Forcellino è uno dei maggiori studiosi europei di arte rinascimentale. Ha realizzato restauri di opere di grande valore, come il Mosè di Michelangelo e l’Arco di Traiano. La sua attenzione si rivolge da sempre a tutta la ricchezza del fare arte, ai contesti storici, alle tecniche e ai materiali, alle radici psicologiche e biografiche dei grandi capolavori. È stato eletto membro del Comitato per le celebrazioni dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci, promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali.



Sabato 20 ottobre - "Edipo a Colono" di Sofocle


Proseguono al Caffè Letterario di Lugo le letture dedicate ai grandi classici della letteratura occidentale. Quest’anno le nostre letture collettive (a cui tutti possono partecipare) saranno dedicate ancora ai grandi poeti tragici greci: Sofocle, Euripide, Eschilo. Sabato 20 ottobre alle ore 20.30 nella sede dell'Assoc.Culturale "Entelechia" in via Quarantola, 32/1 primo  appuntamento della serie con “Edipo a Colono”, capolavoro di Sofocle in cui giunge a conclusione la vicenda umana di Edipo, il re che aveva conosciuto grandi glorie e ancor più grandi sventure. Sofocle, che era nativo proprio di Colono, scrisse questa tragedia quando aveva novant'anni, pochi mesi prima di morire. Non può essere quindi un caso che l'autore ormai anziano abbia scelto di trattare proprio il tema della morte di Edipo, intrecciando quindi il mito con aspetti chiaramente autobiografici.

La serata con MARCO CUZZI


“Naufragi”, edito da Il Saggiatore è stato il volume che ieri sera, lunedì 15 ottobre, lo storico Marco Cuzzi (docente di storia contemporanea presso la facoltà di Scienze Politiche a Milano) ha presentato al Caffè Letterario di Lugo. Undici scrittori e giornalisti, compreso lo stesso Cuzzi che è anche autore dell'introduzione, hanno ricostruito le vicende di altrettanti disastri più o meno noti, alcuni dei quali hanno occupato per anni le pagine dei giornali e le trasmissioni televisive, alla ricerca di verità spesso rimaste oscure, di misteri mai chiariti, di colpevoli rimasti impuniti, mentre altri sono quasi sconosciuti al grande pubblico, o sono stati da tempo dimenticati. Un libro che racconta insomma il ventesimo secolo della marineria italiana, considerato da molti il secolo d'oro della cantieristica navale del nostro paese, durante il quale sono stati costruiti e varati i grandi transatlantici entrati nell'immaginario collettivo di mezzo mondo, ma sceglie di farlo attraverso i suoi momenti critici: i naufragi.





domenica 14 ottobre 2018

Lunedì 15 ottobre - Lo storico MARCO CUZZI al Caffè Letterario di Lugo


Lunedì 15 ottobre, alle ore 21.00 nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, la storia del ‘900 torna protagonista al Caffè Letterario di Lugo con lo storico Marco Cuzzi che presenterà il libro “Naufragi. Storia d’Italia sul fondo del mare” edito da Il Saggiatore e curato dallo stesso Marco Cuzzi. (L’incontro sostituisce quello previsto per la stessa data con la scrittrice Giulia Mafai impossibilitata a venire per problemi di salute.) A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Claudio Nostri. Ingresso libero.
Inabissati, sommersi, trascinati nei fondali marini, nei gorghi segreti degli oceani. Dispersi da un’onda feroce, da un’onda dolce condotti in salvo su spiagge remote. L’acqua e le sirene, i vapori e l’acciaio: i sogni degli italiani hanno da più di un secolo la forma di navi ciclopiche, transatlantici, vaporetti, motoscafi , petroliere che solcano tempeste e maree in cerca di fortuna o di un destino. Naufragi è il libro delle più famose sventure marittime italiane. Quella di Sebastiano e Argene, due innamorati partiti per l’America sul Titanic e separati per sempre in quella notte che risuonava di violini e crepitio di ghiaccio; del comandante Paul Winter e dei passeggeri del Baron Gautsch, affondato da una mina; del Principessa Mafalda, colato a picco poco prima di arrivare al Nuovo Mondo; dell’Andrea Doria, sfiancata dallo scontro con una nave mercantile; della Luisa, divorata dalle fiamme nel porto di Bandar Mashur; della London Valour trafitta e affossata dagli scogli; dell’Acnil 130 travolto da un tornado; dell’Ángel rovesciato dai colpi dei marosi; della Tito Campanella scomparsa nella furia di un mare forza otto; della Moby Prince inondata di greggio dopo lo scontro con una petroliera; della Costa Concordia, e della sua tragica storia ancora oggi non del tutto risolta. Naufragi è un registro degli scomparsi e dei sopravvissuti, dei sognatori e delle vittime sacrificate dal destino; una narrazione corale delle disgrazie marittime e dei miracoli italiani che riscopre cronache indimenticabili della nostra storia, riportandone alla luce i momenti più drammatici, emozionanti, leggendari, e unendo le voci dei naufraghi a quelle dei loro parenti, amici, colleghi, vedove, bambini, e a quelle degli sfortunati che ancora oggi reclamano una fine ufficiale, una morte accertata, e lanciano strazianti grida dal fondo del nostro mare.
Marco Cuzzi (Milano, 1962) insegna Storia contemporanea all’Università degli Studi di Milano ed è membro di diversi comitati scientifici nazionali ed esteri.


"Genova per noi"


Queste le immagini della bella serata che il Caffè Letterario di Lugo ha dedicato alla città di Genova e alla Liguria. La splendida voce di Lele il Saraceno e le chitarre di Corrado Cacciaguerra ci hanno accompagnato in un viaggio attraverso le più belle canzoni dei grandi cantautori genovesi come Fabrizio De Andrè, Gino Paoli, Luigi Tenco, Bruno Lauzi, Ivano Fossati. Il tutto incorniciato dalla poesia di Eugenio Montale, Camillo Sbarbaro, Giorgio Caproni e altri poeti che hanno cantato Genova e la Liguria come Lord Byron, Vincenzo Cardarelli e Dino Campana.






martedì 9 ottobre 2018

Sabato 13 ottobre - "GENOVA PER NOI" - Serata musicale - conviviale


Sabato 13 ottobre, alle ore 20.30 nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro primo appuntamento conviviale – musicale della stagione. Una serata dedicata alla Città di Genova e alla Liguria attraverso le note dei suoi Cantautori (De Andrè, Lauzi, Paoli, Fossati ecc…) ai versi dei suoi grandi poeti del ‘900 (Montale, Sbarbaro, Caproni ecc) e alla sua cucina che forse meglio di tutte rappresenta al meglio la gastronomia mediterranea.
Le più belle canzoni dei grandi cantautori genovesi saranno interpretate dalla voce di Lele il Saraceno e da Corrado Cacciaguerra alle chitarre.

Menù
Aperitivo con torta pasqualina
Trofie al pesto genovese
Coniglio alla ligure
(Alternativa vegetariana: Sformatino di zucca con involtini di melanzana)
Panera
Caffè, acqua e vini inclusi

€ 29,00 per persona
E’ necessaria la prenotazione – Tel. 054522388


Rimandato l'incontro con GIULIA MAFAI


Per motivi di salute l’incontro con GIULIA MAFAI e il suo libro “Storia del costume dall'età romana al Settecento” in programma per lunedì 15 ottobre è posticipato a data da destinarsi nella prossima stagione invernale. A Giulia Mafai vanno i nostri migliori auguri di una pronta guarigione e un arrivederci al prossimo anno!
L’incontro sarà sostituito sempre nella stessa data di lunedì 15 ottobre, alle ore 21.00, nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro dalla presentazione del libro “Naufragi. Storia d’Italia sul fondo del mare” edito da Il Saggiatore e curato dallo storico MARCO CUZZI, alla presenza del curatore.