Pagine

Sala conferenze - Hotel Ala d'Oro

Via Matteotti, 56 - 48022 Lugo di Romagna - (Ravenna) - Italia
Per Informazioni : 0545 22388 - claudio@aladoro.it
Iscriviti alla newsletter di Caffè Letterario sul sito http://www.aladoro.it/

sabato 23 marzo 2019

Sabato 23 marzo - "Fame" di MARGHERITA TEDALDI


Sabato 23 marzo, alle ore 18.00, nella hall dell’Hotel Ala d’Oro, si inaugura la mostra pittorica “Fame” dell’artista Margherita Tedaldi.

Laureata presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna, Margherita Tedaldi ha arricchito la sua formazione frequentando diversi stage di pittura e incisione. Attualmente segue corsi di pittura per ragazzi e adulti presso la scuola d’arte Ramenghi di Bagnacavallo, svolge servizio presso le scuole per l’infanzia, elementari e doposcuola come esperta di immagine e tecniche espressive. Svolge diverse collaborazioni artistiche con associazioni ed enti pubblici. Come artista, da molti anni si presenta al pubblico esponendo in collettive e mostre personali, e partecipando a numerosi concorsi.
Come artista il suo interesse è sempre stato rivolto allo studio della tecnica e alla ricerca di una perfezione formale che, di fatto, ora viene in parte abbandonato. Negli ultimi lavori infatti il realismo lascia il posto a una maggiore introspezione: volti e studi anatomici sono mezzi coi quali l'artista porta una sua personale visione della vita, le tecniche sperimentali e gli assemblaggi sono il tramite per un linguaggio più vero, che rispecchia una condizione emotiva interiore e racconta di esperienze vissute.



Domenica 24 marzo - Musica & Poesia - "A un dottor della mia sorte"


Continuano al Caffè Letterario di Lugo gli incontri di “Musica e Poesia”. Piccolo ciclo di pomeriggi domenicali poetico-musicali curati da Paolo Ravaglia, in cui la musica di grandi compositori, si alternerà ai versi di grandi poeti raccontati e declamati da poeti e amici del nostro Caffè Letterario.
Domenica 24 marzo, alle ore 18.00 all’Hotel Ala d’Oro, l’ultimo appuntamento del piccolo ciclo di incontri di “Musica & Poesia sarà dedicato al libro della musicologa Giulia Vannoni dal titolo “A un dottor della mia sorte. La storia della medicina raccontata dal teatro d'opera” edito da Pendragon. L’incontro introdotto da Alberto Spano sarà accompagnato da brani d’Opera eseguiti al pianoforte da Maria Elena Ceccarelli.
Nessun'altra categoria professionale ha destato l'interesse di compositori e librettisti come i medici, divenuti a pieno titolo figure privilegiate fra i soggetti del melodramma. L'atteggiamento degli operisti spazia dall'ammirazione per le competenze e le qualità umane dei dottori alla satira più crudele - spesso con risvolti irresistibilmente comici - quando, al contrario, l'attività dei medici è mossa esclusivamente da ambizioni economiche o legate alla carriera. Nel tempo si è così venuta a creare una galleria di ritratti memorabili: da Don Bartolo del Barbiere a Dulcamara dell'Elisir fino al crudele Dottore del Wozzeck, passando per Grenvil della Traviata, ai quali si affiancano molti altri personaggi oggi caduti nell'oblio, ma non per questo meno icastici. E nel loro insieme contribuiscono a delineare una sorprendente panoramica dell'intera storia della medicina, come nessuno immaginerebbe di scorgere nel teatro d'opera.
Durante l’incontro saranno serviti gli aperitivi o in alternativa the e tisane, mentre al termine del concerto/reading sarà possibile fermarsi a cena con un ricco menù a buffet.
Ingresso + aperitivo/the/tisana €. 9,00
Ingresso + aperitivo + cena a buffet (bevande escluse) €. 18,00
E’ gradita la prenotazione – Tel. 0545 22388


Lunedì 25 marzo - BRUNO D'AMORE racconta la storia della Matematica


Lunedì 25 marzo, alle ore 21.00 nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, il matematico Bruno D’Amore presenta al Caffè Letterario di Lugo il suo ultimo libro “La matematica e la sua storia. Dal tramonto greco al Medioevo. Vol.2” scritto con Silvia Sbaragli ed edito da Edizioni Dedalo. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Stefano Buscherini. Ingresso libero. Ricordiamo che è possibile cenare nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro dalle ore 19.30, e riservare il posto nella Sala Conferenze dove si terrà la presentazione.
Questo libro rappresenta il secondo volume di una tetralogia dedicata alla storia della matematica, narrata dagli autori come una vicenda umana, descritta in un linguaggio accessibile, attraente e il più possibile semplice. Dopo aver narrato nel primo volume la nascita e lo sviluppo della matematica come meravigliosa costruzione dell’ingegno umano, questo secondo testo ci accompagna lungo un lasso di tempo di più di mille anni, un excursus che parte dagli ultimi geniali matematici greci e arriva fino alla fine del Medioevo.
Il libro non è destinato solo agli specialisti, ma anche e soprattutto ai curiosi e a chi pensa che la matematica sia solo un insieme di regole e nozioni fredde, anziché il risultato della genialità umana. I due autori forniscono inoltre strumenti e suggerimenti rivolti espressamente agli insegnanti, per portare la storia della matematica in aula, così da mostrare il più possibile ai giovani quanto sia stato interessante, arduo e avvincente questo percorso creativo.
Bruno D’Amore è laureato in matematica, in filosofia e in pedagogia; è stato ordinario di didattica della matematica all’Università di Bologna; PhD in Mathematics Education; PhD honoris causa in Social Sciences and Education (University of Cyprus).


La serata con GIULIA BLASI


La scrittrice e blogger Giulia Blasi è stata ospite al Caffè Letterario di Lugo, ieri venerdì 22 marzo, per presentare il suo ultimo libro “Manuale per ragazze rivoluzionarie” edito da Rizzoli. Un libro che parla di patriarcato, corpo, parole, sesso, ma anche di sorellanza, di vicinanza, di inclusione, dei difetti di pensiero e di come liberarsene, partendo dal presupposto che non è un problema “solo delle donne”, ma che se le donne non danno il loro contributo per liberarsene, allora questi tabù continueranno a essere davvero duri a morire. Un libro per chi è arrivato al femminismo da poco o ci arriva adesso, e che prova a fare quello che negli Stati Uniti si fa da sempre, ovvero portare il pensiero femminista fuori dai circoli accademici e dalle università in maniera avvicinabile ma non semplicistica. “Mi sono trovata a ‘fare’ la femminista, oltre a esserlo, sui media nazionali. E man mano che andavo avanti, man mano che parlavo, avevo sempre più la percezione di un desiderio che vibrava intorno a me, di una necessità collettiva di azione, unità, direzione delle energie.”







martedì 19 marzo 2019

Venerdì 22 marzo - GIULIA BLASI al Caffè Letterario di Lugo


Venerdì 22 marzo, alle ore 21.00 nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, la Scrittrice Giulia Blasi presenta al Caffè Letterario di Lugo il suo ultimo libro “Manuale per ragazze rivoluzionarie” edito da Rizzoli.  A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Patrizia Randi. Ingresso libero. Ricordiamo che è possibile cenare nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro dalle ore 19.30, e riservare il posto nella Sala Conferenze dove si terrà la presentazione.
Ragazze, non c’è più tempo da perdere: bisogna fare la rivoluzione! Care lettrici (e cari lettori) di ogni età, questo appello appena lanciato da Giulia Blasi non è una boutade, ma un invito serio, formulato dopo anni passati a osservare come si muovono uomini e donne in Italia. Una società che oggi è tecnologica, in rapida evoluzione, ma purtroppo non ancora paritaria fra i sessi in termini di rispetto, opportunità, trattamento. Certo non si può dire che nel Novecento non siano stati fatti enormi passi avanti per le donne, basti pensare al diritto di voto o alle grandi battaglie per il divorzio e l’aborto. Ma dagli anni ’80 in poi il femminismo si è come addormentato, mentre il successo nel lavoro (e in politica, nell’arte…) ha continuato a essere per lo più riservato ai maschi e in tv apparivano ballerine svestite e senza voce. Per non dir di peggio: la violenza sulle donne non si è mai fermata e chi denuncia le molestie tuttora corre rischi e prova vergogna. Ecco perché oggi è giunto il momento che le ragazze di ogni età raccolgano il testimone delle loro nonne e bisnonne per proporre un cambiamento epocale, per fare una rivoluzione che ci porti tutti – maschi e femmine – a un mondo in cui ciascuno abbia le stesse occasioni per affermarsi secondo i propri talenti e non si senta più obbligato a aderire ai modelli patriarcali – cacciatori & dominatori vs angeli del focolare & muti oggetti di desiderio sessuale – che, spesso in forme subdole, continuano a esserci proposti. Sembra impossibile? Non lo è! In questo saggio profondo ed elettrizzante Giulia Blasi analizza con spietata lucidità le situazioni che le donne oggi quotidianamente vivono e offre, in una seconda parte pratica del libro, consigli concreti per mettere in atto un femminismo pieno di ottimismo e spirito di collaborazione (evviva la sorellanza!) che possa rendere tutti più sereni, rispettosi, appagati e felici. Anche gli uomini.
Giulia Blasi scrive da quando aveva quattordici anni, è femminista da quando ne aveva sedici: le due cose si sono incontrate a più riprese. Ha pubblicato Nudo d’uomo con calzino (Einaudi Stile Libero), Il mondo prima che arrivassi tu e Siamo ancora tutti vivi (Mondadori), Se basta un fiore (Piemme). Manuale per ragazze rivoluzionarie è il suo primo libro di non-fiction. Quando se ne ricorda, scrive anche su www.giuliablasi.it.



La serata con VERA GHENO e BRUNO MASTROIANNI


Le parole, il linguaggio, la rete, e i social network; di questo si è parlato nella interessantissima serata di ieri sera al Caffè Letterario di Lugo con la sociolinguista Vera Gheno e il filosofo Bruno Mastroianni che hanno presentato il loro libro “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello” edito da Longanesi. La rete vista come un’occasione straordinaria per aumentare gli stimoli, fare discussioni, per scoprire e fare nuove conoscenze a patto di possedere quella alfabetizzazione digitale che dovrebbe occuparsi del modo con il quale usiamo le parole attraverso il nuovo mezzo tecnologico. Accrescere la consapevolezza nell’uso della propria lingua ci può aiutare a contraddistinguere ogni contesto nel quale comunichiamo, analogico o digitale che sia, semplicemente riflettendo un po’ di più sulle parole che utilizziamo.


        



sabato 16 marzo 2019

Lunedì 18 marzo - VERA GHENO e BRUNO MASTROIANNI al Caffè Letterario di Lugo


Lunedì 18 marzo, alle ore 21.00 nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, la sociolinguista Vera Gheno e il filosofo e giornalista Bruno Mastroianni presentano al Caffè Letterario di Lugo il loro volume “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello” edito da Longanesi. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Licia Corbolante. Ingresso libero. Ricordiamo che è possibile cenare nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro dalle ore 19.30, e riservare il posto nella Sala Conferenze dove si terrà la presentazione.
Questo libro parla di noi, persone connesse tramite i social network con le parole, forse lo strumento più immediato e potente che abbiamo a disposizione in quanto esseri umani. Eppure, spesso le usiamo in maniera frettolosa e superficiale, senza valutarne le conseguenze. Poiché le possibilità di fraintendimenti, ostilità e interpretazioni distorte dei fatti sono massime laddove non possiamo guardarci in faccia, in rete e in particolare sui social network le parole che scegliamo hanno un peso maggiore, su di noi e su chi ci sta attorno. Infatti oggi la comunicazione sul web appare avvelenata dal bullismo, dalle notizie false e dai continui conflitti. Ci sentiamo intrappolati dall’odio, dalla paura e dalla diffidenza.
Una sociolinguista e un filosofo della comunicazione, esperti naviganti della rete, ci indicano una delle strade da percorrere per vivere in modo finalmente libero le ricchezze che il web e i social ci offrono: imparando a padroneggiarli senza lasciarcene schiacciare, a decifrarne i messaggi senza farci manipolare, a capire e farci capire attraverso una scelta accorta e consapevole delle parole.
Vera Gheno, sociolinguista specializzata in comunicazione digitale e traduttrice dall’ungherese, collabora con l’Accademia della Crusca dal 2000 e dal 2012 ne gestisce l’account Twitter, attraverso il quale dà il suo contributo alla diffusione della conoscenza della lingua italiana, con qualche sorpresa (chi non ricorda petaloso?). Insegna all’Università di Firenze, dove tiene da molti anni il Laboratorio di italiano scritto per Scienze Umanistiche per la Comunicazione, e in corsi e master di diversi atenei italiani. È autrice di saggi scientifici e divulgativi e di due libri: Guida pratica all’italiano scritto (senza diventare grammarnazi) e Social-linguistica. Italiano e italiani dei social network.
Bruno Mastroianni, giornalista e filosofo, tiene corsi sull’etica della comunicazione digitale per aziende e organizzazioni non profit e in corsi e master di vari atenei italiani. Insegna comunicazione presso Uninettuno e collabora con il dipartimento di filosofia dell’Università di Perugia. È consulente per i social media di alcune trasmissioni di Rai1 e di Rai3. Ha pubblicato La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico.